Rinascita Ravenna

Associazione Sportiva Ciclistica Dilettantistica

La Storia del Palio delle Circoscrizioni

Il Palio delle Circoscrizioni ha origine nel 1982 ad opera del settore promozione sportiva della Rinascita Ravenna, associazione ciclistica che dal 1947 svolge attività agonistica ed organizzativa.

Il progetto era quello di coinvolgere la scuola elementare, il Comune, il CONI, attraverso la commissione provinciale Giudici di Gara e la Federazione Ciclistica in una iniziativa ludico sportiva rivolta agli alluni delle scuole elementari del Comune.

Inizialmente la manifestazione prevedeva lo svolgimento di una gara in ogni singola scuola e per ogni classe venivano selezionati i primi tre classificati maschi e femmine che avrebbero partecipato successivamente alla finale in Piazza del Popolo a Ravenna in cui ogni singolo concorrente gareggiava per la classifica individuale, per la propria scuola e per la circoscrizione d’appartenenza.

In una giornata successiva veniva effettata la premiazione dei primi tre classificati di categoria maschi e femmine, delle scuole, degli insegnanti di riferimento, e della Circoscrizione prima classificata, cui andava il Palio. La premiazione veniva effettuata nella Sala Consiliare del Comune di Ravenna e, in anni successivi, presso sedi di Circoscrizione o in sale convegno diverse.

La finale ha continuato ad essere svolta in Piazza del Popolo fino al 2009, salvo poche eccezioni dovute a lavori di manutenzione nella Piazza.

Sia nella fase di qualificazione che nella finale, ad ogni singolo concorrente viene offerto un premio di partecipazione ed una merendina.

Il percorso della gara è stato variato tre volte nel corso degli anni anche per stimolare i bambini a problematiche come la segnaletica stradale e, più recente, la raccolta differenziata rifiuti.

Il Palio è una gara con la bicicletta e ogni singolo concorrente percorre un tracciato di circa 120 metri che, inizialmente, prevedeva piccoli ostacoli e prove di destrezza del tipo infilare un canestro, tirare un calcio di rigore, suonare la campanella, cercando d’impiegare il minor tempo possibile senza fare errori.

Al tempo impiegato si sommano le eventuali penalità commesse. In una fase successiva, lungo il percorso, sono stati inseriti diversi segnali stradali e soprattutto tre segnali di STOP per sensibilizzare i bambini al rispetto della linea di arresto, da applicare soprattutto nella viabilità ordinaria. Le ultime modifiche sono avvenute nel 2010 e nel 2011 con lo spostamento della finale e delle premiazioni al Pala De Andrè e la sostituzione nel percorso della campana, porta e canestro con tre diverse postazioni che simulano la raccolta differenziata dei rifiuti facendo scegliere al concorrente il rifiuto da posizionare correttamente, sempre nello spirito di un momento di gioco e di divertimento.

Tutto bello e lodevole ed intanto sono passati trent’anni, le scuole nelle quali si svolgono le singole prove di qualificazione sono una ventina, i bambini che partecipano sono più di quattromila, l’organizzazione della finale è complessa, i costi ingenti e per fortuna che a metà degli anni del Palio, la Rinascita Ravenna si è incontrata con il Pedale Azzurro e, insieme, siamo pronti a continuare in questa gratificante fatica, anche se sono state cancellate le Circoscrizioni e quindi, dal 2012, il Palio sarà il Palio ciclistico delle Scuole Elementari.

In questo ci conforta l’adesione benevola e la collaborazione del Provveditore, delle varie Direzioni Didattiche e degli Insegnanti, l’aiuto e l’incoraggiamento che non ci hanno mai fatto mancare i Sindaci e le Giunte del Comune di Ravenna, i diversi contributi ricevuti da Artigiani ed Aziende del territorio, in particolare AssiCoop Ravenna Unipol Assicurazioni e CMC Ravenna, sempre al nostro fianco dal 1982.

GRAZIE

Palio delle Circoscrizioni

Libro Completo
pag. 01 - 63


Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background